Il patrimonio storico artistico e architettonico fa impresa sulle Dolomiti, a Scicli e a Vicoforte

Schermata 2018-01-19 alle 09.04.56

Gli italiani hanno la memoria corta ma anche la meraviglia facile: dimenticano spesso il patrimonio che hanno, ma quanto lo scoprono o ri-scoprono il legame delle proprie radici con il bello si riaccende. Ci sono esperienze in questo paese che ancora oggi sono esempi perfetti di come si fondano impegno progettuale, immaginazione e valorizzazione di un bene storico, inneschi felici di meccanismi di scambio fra i protagonisti di un territorio, saldi obiettivi e strategie efficaci. Tra il 2015 e il 2016 a Mantova abbiamo ospitato Dolomiti Contemporanee, SEM Spazi Espressivi Monumentali e Magnificat: in due luoghi Unesco e in un Santuario protagonista di Expo2015 e al centro dell’attenzione del Mibact, Federculture e Regione Lombardia. Qui, in modi diversi ma con approcci molto simili, i processi di valorizzazione dell’identità artistica hanno incluso nuovi metodi d’osservazione, offerte integrate di accoglienza turistica e molto altro. Scopriteli con noi, e inseriteli fra le mete del 2018.

 


 

Dolomiti Contemporanee – Fattidicultura 2015

Dolomiti contemporanee è nato ad agosto 2011. La mission di Dolomiti Contemporanee è l’individuazione e la riattivazione di risorse inutilizzate dal grande potenziale, nella regione delle Dolomiti-Unesco (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige) e fuori da esse, nello specifico: grandi siti e complessi d’archeologia industriale, fabbriche ed edifici pubblici di particolare valore e interesse. Dolomiti Contemporanee rivitalizza, con mostre, residenze per artisti, convegni, e un’attività culturale e intellettuale continua, un territorio spesso relegato ad una vuota e retorica sfera contemplativa, del quale si intende ridefinire criticamente l’identità contemporanea. Tra i progetti più rilevanti delle Dolomiti Contemporanee, il Progettoborca attraverso il quale s’ intende riflettere e operare sull’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore, favorendo la sua valorizzazione culturale e la sua rifunzionalizzazione. In seguito alla partecipazione al bando del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa con DC/Progettoborca, il 14 marzo 2017, Dolomiti Contemporanee ha ricevuto una menzione speciale dal presidente Mattarella e dal ministro Franceschini per la valorizzazione del paesaggio con l’arte e l’architettura contemporanea e per le strategie attuate per il recupero dell’ex Villaggio di Corte di Cadore.

Sito web: www.dolomiticontemporanee.net


SEM Spazi Espressivi Monumentali – Fattidicultura 2016

Il progetto SEM Spazi Espressivi Monumentali nasce nel gennaio 2013 a Scicli, uno dei centri storici tra i più suggestivi in Sicilia e città Patrimonio dell’UNESCO. L’acronimo del progetto è: Spazi Espressivi Monumentali ed è un modello di sviluppo sostenibile e promozione territoriale che si basa sulla fruizione e gestione integrata di spazi monumentali poco usati e su una programmazione destagionalizzata di eventi di tipo fieristico-culturale. L’idea è quindi quella di dare vita ai beni culturali di Scicli che sono troppo spesso chiusi, inutilizzati o mal gestiti. Il modello di cui si fa promotore punta sul turismo esperienziale come nuova offerta per i visitatori, programmando eventi tematici arricchiti da arte contemporanea, musica, promozione dei sapori e dell’artigianato locale, rigenerando il valore dei beni monumentali in ottica eco-sostenibile (valorizzando ciò che già esiste), sviluppando un sistema di ospitalità diffusa, intrattenimento culturale e scambio commerciale. SEM opera su due livelli: gli eventi (previsti 2-3 all’anno) e le attività e i servizi continuativi sul territorio; il fine è quello di creare un calendario condiviso e promuovere la destagionalizzazione del turismo, distribuendo eventi ed attività nel corso dell’anno. Tra i vari progetti SEM ha pensato per Scicli alla “Carta dei Sapori”, raccogliendo i prodotti agricoli a km 0 e le antiche ricette della città, ha realizzato il circuito di “Ristoranti SEM”, selezionati per servizi specifici (prodotti per celiaci, menu per vegani, servizi per disabili, menu gourmet, presidi Slow Food, ricette panificazione tradizionale), ma ha anche realizzato un servizio “Navetta”, per i monumenti in collina, e gli “Info Point”, in cui distribuire la mappa, operativi durante le manifestazioni (2-3 all’anno) che saranno presto organizzate. Gli ideatori di SEM provano così a restituire memoria, identità e funzione economica, agli spazi culturali e monumentali di Scicli trasformandoli in motore trainante per le attività turistico-commerciali e spingendo tutti i cittadini a partecipare attivamente. Il modello di SEM è un modello versatile, replicabile e adattabile in altre realtà con caratteristiche sociali e urbane simili a quelle di Scicli.

Sito web: semscicli.it


Magnificat – Fattidicultura 2016

Presentato l’11 febbraio 2015 e realizzato dalla cooperativa e impresa sociale «Kalatà progetti per fare cultura» di Mondovì, «Magnificat – Salita e visita alla cupola del Santuario di Vicoforte» consente di effettuare un’emozionante salita alla cupola ellittica del Santuario di Vicoforte. Il Santuario di Vicoforte, voluto dal duca Carlo Emanuele I di Savoia come luogo destinato alle tombe della famiglia reale, è una delle chiese monumentali più importanti del Piemonte. Insieme al Castello di Racconigi è uno dei principali elementi d’interesse turistico dell’area cuneese ed è probabilmente il monumento simbolo del territorio monregalese. Fulcro dell’evento Magnificat è proprio la salita alla sommità della cupola del santuario, una delle più grandi al mondo, insieme a San Pietro in Vaticano, al Pantheon di Roma, a Santa Maria del Fiore a Firenze e al Gol Gumbaz in India. Per il particolare valore della proposta culturale, l’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo, di Italia Expo 2015, della Provincia di Cuneo e di ANCI Piemonte divenendo un importante vettore di attrazione per il territorio cuneese nel corso di Expo 2015. Tra i partner oltre all’ATL del Cuneese, la Banca Alpi Marittime, Confcooperative, Confcommercio, Fondazione Fitzcarraldo e Mondovicino Outlet Village. Nel 2017 il progetto Magnificat è stato inserito fra gli otto progetti più meritevoli a livello italiano, candidandosi alla vittoria finale del premio nazionale “Cultura + Impresa”, patrocinato dalla Regione Lombardia e promosso da “Federculture” e da”The Round Table”, in collaborazione con la Fondazione Italiana Accenture, ALES, la Camera di Commercio di Milano e UPA (Utenti Pubblicità Associati).

Sito web: www.magnificat-italia.com