schermata-2016-09-09-alle-13-27-43

OSPITI

Tutti i volti, le esperienze, le competenze dei protagonisti di Fattidicultura 2016. A Mantova arrivano i migliori architetti, urban designer, urbanisti, docenti, innovatori del mondo della rigenerazione urbana applicata alle comunità italiane ed europee, alla loro cultura e identità.


cuirioni-cerchio Stefano Baia Curioni

Presidente del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te di Mantova, già Vicepresidente del Centro Ask (Art, Science and Knowledge) Bocconi è professore Associato presso il dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico. Si è occupato di progettazione di istituzioni culturali e di politiche culturali con particolare attenzione al patrimonio culturale, ha promosso e diretto per 5 anni la fondazione ERGA (Università Bocconi, Scuola Normale Superiore di Pisa). Ha lavorato per il Ministero dei Beni Culturali come membro della Commissione per la valorizzazione ed è stato consulente diretto del Ministro Franceschini per la riforma dei musei italiani.


Judit Bax

Judit Bax è un’urbanista olandese. Ha più di dieci anni di esperienza nel campo dello sviluppo della città e nella rigenerazione urbana. Sta attualmente lavorando per la città di Dordrecht nel sud -ovest dei Paesi Bassi. Lavora su progetti che si occupano anche del apporto tra disegno urbano e acqua.


LUCA-BERGAMOcerchio Luca Bergamo

Attualmente assessore alla crescita culturale di Roma, negli ultimi quattro anni Luca Bergamo è stato il segretario generale di Culture Action Europe (CAE), la più autorevole rappresentanza del settore culturale e museale in Europa. Collocare la cultura nel cuore del dibattito e della decisione pubblica come componente essenziale per società basate sul rispetto dei diritti umani è la missione di CAE. In passato ha guidato da direttore generale il lancio dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e la fondazione Glocal Forum, impegnata a promuovere il dialogo di pace in zone appena uscite da conflitti. Tra 1996 e il 2004 ha influenzato la vita culturale di Roma creando e dirigendo tante iniziative tra cui Enzimi o la Biennale dei Giovani Artisti grazie a cui il Mattatoio di Testaccio fu restituito alla città invece di essere venduto per fare cassa. Nei primi dieci anni della sua vita professionale ha lavorato alla progettazione di sistemi informativi con incursioni nell’intelligenza artificiale. Ha sempre unito impegno professionale con attivismo civico.


FRANCO-BIANCHINI-cerchio Franco Bianchini

Docente di Politiche culturali e cultural planning presso l’Università di Hull, Regno Unito. E’ stato docente di Politiche culturali e cultural planning presso l’Università di Leeds e ha lavorato su questioni attinenti allo sviluppo delle strategie culturali urbane in qualità di docente, ricercatore e consulente con il Consiglio d’Europa, l’Arts Council inglese e molti enti locali e Università nella maggior parte dei paesi europei, e in Australia, Giappone e Colombia. Dopo che Liverpool ha ottenuto nel 2008 il titolo di Capitale Europea della Cultura, al cui dossier di candidatura aveva contribuito, Bianchini ha collaborato con la Liverpool Culture Company nello sviluppo e attuazione di “Cities on the Edge” (“città al limite”), un progetto di collaborazione artistica e culturale tra Liverpool stessa e Napoli, Marsiglia, Danzica e Brema.


 brioni-cerchio Marco Brioni

Ha acquistato la sua prima reflex a rullino quando era in terza media, la fotografia è sempre stata la sua passione. Da qualche anno è diventato qualcosa più di un hobby ed ha realizzato lavori fotografici che ha esposto in Italia e all’estero con un solo obiettivo: raccontare storie. di raccontare storie. Sulle frequenze di Radiobase conduce “Mantovaeyes”, per portare nelle case di fotoamatori e appassionati le grandi storie che si celano dietro alle grandi fotografie e ai grandi fotografi.


Giovanni Campagnoli

Lavora in spazi ‘non convenzionali’ di incubazione di start up giovanili innovative, a vocazione creativa, sociale, culturale e di sviluppo locale. Docente di economia dai Salesiani, bocconiano, si occupa di ricerca come direttore e blogger della Rete Informativa Politichegiovanili.it e su questi temi opera anche come consulente e formatore per Enti Pubblici e Organizzazioni No Profit. Autore del libro “Riusiamo l’Italia” IlSole24ore.


MAURIZIO-CILLI-cerchio Maurizio Cilli

Artista e architetto, nel 1993 è tra i fondatori del gruppo “città svelata”, tra i suoi progetti e attività recenti: “Refiguration Drômoise”, Museo di Romans (F) a cura di art3 Valence, 2012
Grantouristas – biennale di Architettura – Venezia 2012. Collabora attivamente nel gruppo Artinreti nel progetto di revisione della Legge del 2% per l’arte.


 Giorgio De Finis

Antropologo, filmmaker, artista e curatore indipendente, autore di libri e contributi scientifici, collabora da sempre con le pagine culturali di quotidiani e periodici. Da oltre dieci anni si occupa del fenomeno urbano e con il collettivo d’arte Stalker/ON ha realizzato diversi film documentari. E’ ideatore e curatore del MAAM Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz_città meticcia e della -1 art gallery della Casa dell’Architettura di Roma.


ceees_donker_cerchio Cees Donkers

Classe 1950, urbanista, consulente di ricerca, coordinatore del Programma E+ “City as a LAB”, in collaborazione con l’Università Tecnica di Eindhoven dal 2002. In pensione dal 2015, ha lavorato per il dipartimento urbano del Comune di Eindhoven. E’ Fondatore del QASE Urban Studio.


LAURA-FASSIO-cerchio Laura Fassio

Architetto e urban designer. Vive e lavora a Rotterdam dal 2010 e ha lavorato con un collettivo di architetti e urbanisti (OMERO) per i concorsi di progettazione urbana e del paesaggio, tra questi anche la progettazione di un campus universitario in Bahir Dar, Etiopia (2015), Europan a Feldafing (Monaco di Baviera, GE, 2015) – per il restauro e la riconversione di un’area ex-militare – e di Mestre (Venezia, IT, 2013) – per la riabilitazione di un’area deposito di ex-ferrovia.
Nel 2013 e 2014 collabora con OSAR Architetti di Anversa.


CHARLES-LANDRY-cerchio Charles Landry

Nato nel 1948, Charles Landry ha compiuto i suoi studi tra Gran Bretagna, Germania e Italia, paesi di cui parla perfettamente le lingue. Nel 1978 fonda Comedia, prestigiosa società di consulenza culturale europea. Landry ha studiato ed eseguito progetti culturali in più di una ventina di paesi in tutto il mondo. Il leitmotiv del suo lavoro è quello di rivitalizzare la vita pubblica ed economica delle città attraverso la cultura. E’ ritenuto un esperto mondiale in materia di sviluppo urbano sostenuto da interventi culturali ed è stato assunto come consigliere nell’ambito culturale da numerose governi e organizzazioni internazionali.

 


martin-nefs-cerchio Mr. Merten Nefs

Project manager di progettazione e di ricerca presso l’Associazione Deltametropolis di Rotterdam, Paesi Bassi, una rete di laboratorio per lo sviluppo metropolitano. Nel 2004 ha lavorato su una ricerca che coinvolge entrambe le università, per quanto riguarda il rapporto tra politica culturale e rinnovamento urbano. Al momento coordina un progetto sul ruolo cruciale che i paesaggi metropolitani giocano nell’economia della conoscenza. Un primo risultato è la recente pubblicazione ‘Blind Spot – paesaggio metropolitano nella battaglia globale per i talenti’, presentato in Olanda e all’estero. Questo progetto è una collaborazione con architetti di fama internazionale, gli istituti di ricerca e dei governi. E’ insegnante ospite presso l’Accademia di Architettura di Amsterdam.


bertram  Bertram Niessen

Dal 2012 segue lo sviluppo di cheFare, prima come Project Manager ed oggi come Direttore Scientifico e Presidente. In quanto docente, autore e progettista si occupa di uno spettro ampio di argomenti: spazi urbani, economia della cultura, DIY 2.0 e manifattura distribuita, culture della rete e della collaborazione, innovazione dal basso, arte elettronica. Al cuore di tutto c’è un forte interesse per l’intersezione tra cultura, tecnologia e società, e la convinzione che ci sia il bisogno di nuove forme di azione sociale e politica.


Parasite 2.0

Parasite 2.0 è un collettivo fondato nel 2010 da Stefano Colombo, Eugenio Cosentino and Luca Marullo. Il loro lavoro consiste nell’indagare l’habitat umano, spaziando tra architettura, design, arte e attivismo. Sono i vincitori di di YAP Maxxi 2016. I loro lavori sono stato esposti in enti prestigiosi tra cui la Biennale di Archittetura di Venezia del 2012 e del 2014. Numerose le lectures e i laboratori in prestigiose scuole e università: dall’Accademia di Belle Arti a Napoli e a Torino alla Escuela Tecnica Superior de Arquitectura. Sono assistenti professori presso il Politecnico di Milano e la NABA, Nuova Accademia Belle Arti di Milano. Di recente pubblicazione è la monografia Primitive Future Office edita da Plug-in.


djriotta-cerchio Dj Rocca

Luca ‘DJ Rocca’ Roccatagliati è un produttore ed un musicista. Le sue prime produzioni risalgono ai tardi anni 90, e sono per lo più singoli drum&bass e break beat, sotto il nome di Maffia Soundsystem dall’omonimo club italiano. DJ Rocca ha collaborato con Howie B, Pressure Drop, Zed Bias, Dimitri From Paris, Daniele Baldelli e Jazzanova producendo singoli, remix ed albums per alcune delle migliori etichette europee, come Sonar Kollektiv, Compost, Classic, Rekids, Skint, Hell Yeah, Rebirth, Internasjonal, Futureboogie Recordings, Deep Freeze, !K7, International Feel e amolte altre. Con il pluripremiato jazzista italiano Franco D’Andrea ha formato il progetto Electric Tree, un trio di musica contemporanea, tra jazz ed elettronica, con un album doppio uscito ad Aprile 2016 per Parco Della Musica Records, già disco del mese per la rivista Musica Jazz a giugno 2016. DJ Rocca, è produttore nei progetti Ajello (assieme a Taver), Supersonic Lovers (assieme a Marcello Giordani) e Crimea X (con Jukka Reverberi). Nel 2010, con il progetto DJ Rocca and 5th Suite, ha scalato le classifiche brasiliane con la sua hit “Party Bobba”. I suoi DJ set sono puro eclettismo per la pista, con grandissimi riscontri in tutti i club dove ha suonato, nel mondo.


LORENZO-ROMITO-cerchio Lorenzo Romito

Artista e architetto è co-fondatore di Stalker e ON/OsservatorioNomade. Vincitore del Prix de Rome presso l’Accademia di Francia, Villa Medici (2000-1). Con Stalker ha partecipato alle principali manifestazione d’arte e di architettura in Europa e nel mondo, quali la Biennale di Venezia (2000 e 2008, 2014), la biennale d’arte europea Manifesta a Lubiana (2000), la Triennale di Milano (2006) e la Quadriennale di Roma (2006). Ha coordinato diversi progetti di ricerca sul territorio e ha curato diverse manifestazioni e interventi nello spazio urbano in Italia e nel mondo, curando anche diverse esposizioni internazionali.


giuseppe-salinari-cerchio Giuseppe Salinari

General Manager Italia per le sedi di Roma e Milano di J. Walter Thompson. Salinari, veterano JWT, ha lavorato per J Walter Thompson in Italia e negli Stati Uniti. Nel suo background, esperienze importanti su clienti nazionali e internazionali come Kimberly-Clark, GTech, Johnson&Johnson, Mazda Motors, Alitalia ad altri. Da circa un anno e mezzo era alla guida della sede romana e responsabile new business per JWT Italia e ha seguito le esperienza sul marketing territoriale per Campania, Veneto, Lazio, Roma Capitale e Trentino.


Ruggero Ughetti

Inizia a interessarsi di fotografia e cinema all’università con una tesi in sociologia su Stanley Kubrick e la società inglese degli anni ’70. Al termine degli studi, si occupa di progettazione grafica e immagine coordinata per aziende ed enti pubblici, continuando ad approfondire il ruolo della comunicazione visuale nel panorama della società contemporanea. Negli ultimi anni, organizza corsi e incontri dedicati alla fotografia, alla sua storia e al suo linguaggio.