GLI OSPITI

GLI OSPITI DI FATTICULT 2019

Giancorrado Barozzi è storico di formazione, dal 1986 al 2000 ha diretto l’attività scientifica dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea. Per conto della Regione Lombardia e di altri Enti ha realizzato ricerche nei campi della storia sociale, delle tradizioni del lavoro e della narrativa orale. È direttore della collana “Il Pasto Nudo, assaggi di antropologia” per la Negretto Editore con la quale ha pubblicato “Cartiera Burgo. Storie di operai, tecnici e imprenditori nella Mantova del Novecento”.


Eloisa Betti insegna Storia del lavoro all’Università di Bologna. È responsabile scientifico dell’Archivio storico di UDI Bologna e dal  2016 è co-coordinatrice del Feminist Labour History Group, parte dell’European Labour History Network.


Marco Cadioli è artista e docente. Vive e lavora a Milano. Laureato in Fisica (Cibernetica), ha seguito l’evoluzione dei Nuovi Media dai primi anni ’90. Insegna in diverse accademie, tra le quali quella di Brera a Milano. Ha esposto in mostre personali e collettive a livello nazionale e internazionale. Molti suoi lavori si basano sulla costruzione di archivi di frammenti di esperienze dei mondi on-line, o riletture critiche di archivi legati agli algoritmi, al riconoscimento facciale ed all’intelligenza artificiale.


Angelo Camillieri fotogiornalista e artista visuale, vive e lavora a Bologna. Ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Catania e presso l’università di Bologna alla facoltà di Antropologia. Vince due concorsi fotografici internazionali con mostre collettive organizzate dalla rivista Vogue Italia in collaborazione con la galleria Carla Sozzani di Milano. Nel 2011 espone per il comune di Scicli (RG) un progetto fotografico “L’ordine del caos”, nel 2012 conosce Spazio Labò partecipando al workshop di news e attualità con Alessandro Tosatto.  Gestisce una camera oscura nel quartiere periferico di San Donato a Bologna dove sperimenta nuovi canali espressivi artistici e documentativi.


Le Canaglie sono Massimiliano Setti (Max), attore, compositore e regista, si diploma all’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine. Nel 2007 è tra i fondatori di Carrozzeria Orfeo, di cui è regista, interprete e autore delle musiche. Ha realizzato la colonna sonora del film tratto da Thanks for Vaselina e brani per documentari e spot televisivi. Con lo pseudonimo All About Max ha realizzato, nel 2006 e 2007, due EP di musica indietronica strumentale. Federico Bassi (Walter) è illustratore diplomato all’Istituto d’Arte Giulio Romano di Mantova, ed espone in numerose mostre personali e collettive. È più volte tra i vincitori al Premio Italia per le Arti Visive e al Premio di Pittura del Comune di Sarezzo (BS). Nel 2012 realizza i personaggi Ominetti. Dal 2013 collabora con Carrozzeria Orfeo. Ha creato il personaggio “Bustaffino” per l’azienda Bustaffa e “Dottorso” per l’Ospedale Poma di Mantova. In collaborazione con Studio Hathi, crea il logo per la 111ma edizione della Fiera Mipel di Milano e ne cura parte dell’allestimento scenografico. Giacomo Trivellini (Jack) è artista, illustratore, disegnatore. Dopo la formazione presso l’ISIA di Urbino, comincia il suo percorso artistico collaborando con i mondi del teatro, grafica e video-animazione. Collabora dal 2011 con Kmaiuscola ed espone in tutta Italia. Il suo immaginario variegato (creature mostruose, animali ibridi, oggetti assurdi e paesaggi onirici) prende forma mediante tecniche e strumenti vari.


Luigi Benedetto Compagnoni Direttore dell’Archivio di Stato di Milano Prima Segretario regionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per il Piemonte, dal febbraio del 2016 direttore dell’Archivio di Stato di Milano.


Andrea Dalla Fontana si occupa di grafica a 360 gradi, spaziando dal packaging alimentare alla comunicazione istituzionale, alle campagne social. La sua passione per l’illustrazione l’ha portato di recente a collaborare con l’agenzia editoriale inglese Book On a Tree, specializzata in editorie per ragazzi. Nell’ottobre del 2018 sono usciti in libreria i primi due volumi della serie “I Fetenters”, dei quali ha curato le illustrazioni e il progetto grafico; attualmente è al lavoro su una graphic novel e su due progetti editoriali in uscita nel 2020. Da quattro anni compare tutti i mercoledì con una vignetta umoristica sulle pagine del quotidiano La Stampa nell’edizione di Biella, città in cui vive con la moglie e i tre figli).


Francesca De Chiara, ricercatrice della Fondazione Bruno Kessler, specializzata nel rapporto tra gli open data e le comunità che li generano e ne usufruiscono. Segue il Digital Commons Lab della Fondazione Bruno Kessler e cerca di implementare modelli e approcci per riuscire a sfruttare al meglio gli archivi digitali generati naturalmente dalla società.


Carlo De Maria insegna Storia contemporanea e Didattica della storia all’Università di Bologna. Dirige, inoltre, l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena e presiede l’Associazione di ricerca storica Clionet.


Gaetano di Tondo – VP, Institutional and External Relations Director, Olivetti s.p.a. e Presidente Associazione Archivio Storico Olivetti.30 anni di comunicazione portati bene, dal 1999 comincia l’esperienza nel gruppo Telecom Italia, passando attraverso responsabilità Media, Internazionale, Consumer e Business. Dallo scorso anno VP in Olivetti e Presidente nell’Associazione Archivio Storico. Appassionato da sempre, di innovazione, trasformazione digitale, design con innata propensione alla condivisione.


Daniela Ferrari studiosa di chiara fama e organizzatrice di cultura, è oggi Presidente dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea di Mantova dopo essere stata per molti anni direttrice dell’Archivio di Stato Mantova e di quello di Milano a conclusione della sua carriera.


Irene Finiguerra dopo la laurea magistrale in arti visive all’Alma Mater Studiorum di Bologna, fa esperienza di lavoro nel dipartimento Impressionist and Modern Art e Old Masters and 19th century presso Christie’s a Londra e per due edizioni nello staff di Artissima a Torino. Nel novembre 2011 fonda l’associazione culturale per la promozione dell’arte contemporanea BI-BOx con sede a Biella di cui è presidente e art director.


Don Alessandro Franzoni autore di “Altro che Bronx!” (ed. Sometti) è un prete della diocesi di Mantova originario di Castel Goffredo. Dopo essersi laureato in Economia ed aver lavorato per cinque anni, entra nel seminario ed è ordinato sacerdote nel 2009. Da allora svolge il proprio ministero presso le parrocchie di Frassino, che comprende il quartiere di Lunetta, e di Formigosa.


Claudio Gamba  è dirigente della Struttura “Istituti e luoghi della cultura” della Direzione Generale Autonomia e Cultura di Regione Lombardia. Ha svolto le funzioni di Soprintendente ai beni librari per la Lombardia e diretto la Struttura “Patrimonio artistico e nuovi linguaggi” e ha inoltre seguito come rappresentante di Regione Lombardia i lavori sui “Livelli Uniformi di Qualità della Valorizzazione” coordinando gli ambiti biblioteche e archivi. Si occupa di musei, biblioteche, archivi, aree archeologiche e siti UNESCO, oltre che della catalogazione del patrimonio culturale attraverso standard e piattaforme informatiche.


Luigi Gavazzi giornalista e caporedattore di Panorama.it è un appassionato lettore e curatore del blog dedicato ai Gruppi di lettura, gruppodilettura.wordpress.com”.


Luigi Gherzi autore e regista teatrale nasce a Milano nel 1955. Inizia la sua attività teatrale negli anni 1974-1977 all’interno del movimento dei teatri di base. Nel suo percorso artistico ha collaborato come regista e drammaturgo con gruppi, compagnie, teatri, progetti in tutta Italia e non solo. Negli ultimi anni sviluppa un’attività pedagogica rivolta in particolare al tema della drammaturgia, della formazione dell’attore, della scrittura creativa, del lavoro sull’immaginario infantile. È attivo nel teatro sociale, all’interno del carcere, nei centri di aggregazione giovanile e nei centri sociali autogestiti.


Paolo Guzzanti, giornalista dall’età di 21 anni (il Punto, ABC, Avanti!, Giornale di Calabria, Repubblica (inviato speciale dal 1976 al 1990), editorialista della Stampa da New York, vice direttore del Giornale, scrittore di una ventina di saggi di politica, un paio di romanzi familiari (I giorni contati e Senza più sognare il Padre) è conduttore televisivo e Presidente di una commissione bicamerale d’inchiesta, senatore e deputato. Ha sei figli: Sabina, Corrado, Caterina, Liv Liberty, Lars Lincoln e Liam Lexington.


Sam Habibi Minelli ingegnere, è responsabile progetti europei per i beni culturali GruppoMeta. É stato project manager R&D presso gli Archivi Alinari. Svolge attività di docenza in tema Europrogettazione per i beni culturali presso Il Sole 24 ORE e IED. È consulente esterno presso le agenzie REA ed EACEA per il programma Horizon2020. È attualmente responsabile dei progetti europei per i beni culturali presso GruppoMeta.


Lorenzo Losa Presidente di Wikimedia Italia ha fatto la sua prima modifica sulla Wikipedia in italiano nel 2004, e da allora contribuisce a Wikipedia, agli altri progetti Wikimedia e a OpenStreetMap. Iscritto a Wikimedia Italia poco dopo la fondazione è stato eletto nel direttivo nel 2011, e diventato presidente a febbraio 2016. Dal 2015 è uno dei membri eletti del Funds Dissemination Committee.


Elena Lucca laureata in Lettere, si diploma in Archivistica, Paleografia e Diplomatica a Mantova nel 1997. Un incontro casuale, quello con gli archivi, nato regestando antiche pergamene, che è diventato un lavoro – e una passione – a tempo pieno. Archivista per Cooperativa Charta di Mantova, dal 2003 è responsabile del Settore Archivi, per cui coordina progetti e servizi per enti pubblici e privati. In anni di attività si è occupata delle più svariate tipologie di archivio, passando dagli enti locali, agli archivi ecclesiastici, scolastici, sanitari, di Fondazioni e istituti culturali. E’ consulente in materia di gestione documentale e conservazione digitale.


Andrea Montorio è co-fondatore Promemoria Group, realtà specializzata nel recuperare, conservare e valorizzare a 360° il patrimonio storico di imprese e istituzioni. Dal 2011 a oggi, Promemoria ha dato vita a un ecosistema culturale dedicato agli archivi, con un festival, Archivissima, un magazine, Archivio, e una piattaforma digitale, Archiui.


Chiara Mortari psicologa e psicoterapeuta, è docente e direttore della didattica del Corso di Laurea per Educatore Professionale dell’Università degli Studi di Brescia. Lavora per Enaip Lombardia e coordina progetti e iniziative di ricerca intervento con le istituzioni pubbliche rivolti all’educazione e alla prevenzione sociale e sanitaria.


Valeria Mosca è un’ archivista. Ha realizzato e coordinato progetti di inventariazione e gestione di importanti complessi archivistici piemontesi presso enti pubblici e privati. Coordina lo sviluppo strategico della piattaforma informatica 9centRo e la valorizzazione del patrimonio archivistico del Polo del ’900. 


Federico Nejrotti si occupa di strategia della comunicazione per cheFare. È stato caporedattore di Motherboard, il magazine di scienza e tecnologia di VICE, e da anni segue da vicino l’evoluzione del rapporto tra grandi piattaforme digitali e stati nazionali. Scrive su diverse testate online e ha presentato numerosi panel su giornalismo, futuro e internet governance.


Bertram Niessen dal 2012 segue lo sviluppo di cheFare, prima come Project Manager ed oggi come Direttore Scientifico e Presidente. Come docente, autore e progettista si occupa di uno spettro ampio di argomenti: spazi urbani, economia della cultura, DIY 2.0 e manifattura distribuita, culture della rete e della collaborazione, innovazione dal basso, arte elettronica. Al cuore di tutto c’è un forte interesse per l’intersezione tra cultura, tecnologia e società.


Elsa Riccadonna è bibliotecaria per Cooperativa Charta dal 2006 a oggi. Lavora in una biblioteca di pubblica lettura e per la Rete Bibliotecaria Mantovana. Realizza bibliografie a tema e promozione alla lettura per adulti con percorsi tematici e consigli bibliografici. Ha collaborato a lungo con Radiobase e condotto i programmi di intrattenimento dedicati ai libri e non solo Alza il volume week end e Fifth Avenue. Modera incontri con gli autori per le biblioteche e le librerie di Mantova e dintorni.


Sergio Riolo Con una formazione umanistica orientata alla storia dell’arte coniugata con percorsi di studio sul management dei musei, per oltre quindici anni si è occupato di gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, attraverso attività di ricerca sul campo e progetti operativi per enti pubblici e privati. Dal 2014 ha seguito l’ideazione, la progettazione e la realizzazione de ilCartastorie | museo dell’Archivio Storico della Fondazione Banco di Napoli, di cui oggi è direttore.


Carlo Saletti svolge attività di ricerca in campo storico ed è regista teatrale. Tra le sue ultime pubblicazioni, L’Ossario di Custoza. Guida storico-turistica (2013) e Il giorno della gran battaglia (2016). Dal suo libro La voce dei sommersi, edito da Marsilio, il regista ungherese László Nemes ha tratto Il figlio di Saul, che ha ottenuto nel 2016 l’Oscar come miglior film straniero. È direttore scientifico dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea e direttore dell’Istituto Veronese per la storia della Resistenza e dell’età Contemporanea.


Valentina Tanni è critica d’arte, curatrice e docente. La sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e nuove tecnologie, con particolare attenzione alle culture del web. Nel 2001 ha fondato Random Magazine, uno dei primi magazine online dedicati alla Net Art, ed è tra i membri fondatori delle riviste d’arte contemporanea Exibart e Artribune. Ha curato numerose mostre in musei e gallerie, tra cui “Netizens”, “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati”, “Maps and Legends. When Photography Met the Web”, “Nothing to See Here”, “Eternal September” e “Stop an Go. The Art of Animated Gifs”. È stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” e ha lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Attualmente insegna Digital Art al Politecnico di Milano 


Andrea Zanni è laureato in matematica, ed è bibliotecario digitale a MLOL. Da tempo molto attivo nei progetti wiki, è stato presidente di Wikimedia Italia. Come consulente e ricercatore, ha lavorato con start up legate e istituzioni alla lettura digitale ed all’open culture. Scrive per Esquire Italia e Il Tascabile. 


Azienda agricola Bugno Martino di San Benedetto Po (MN) mette al centro di tutto il lavoro, il rispetto per i suoi tempi e i suoi bisogni. “Abbiamo abbracciato il sistema di allevamento naturale, senza prodotti chimici, sistemici e diserbanti. Coltiviamo la vigna in prima persona assecondando i suoi cicli di riposo e di produzione. La curiamo facendo attenzione ai suoi equilibri. Lei ci ripaga con vini più veri, puri ed eleganti, che raccontano di noi e del nostro territorio”.


Alternanza Civica e Cultura è un progetto sostenuto da Fondazione Cariverona e voluto dall’Istituto Manzoni di Suzzara come capofila di Rete Alternanza Mantova a cui partecipa la quasi totalità degli Istituti Secondari di Secondo Grado della provincia di Mantova. Ha coinvolto direttamente 147 ragazzi e 18 docenti-tutor nella preparazione della ricerca citata e nella sua promozione e realizzazione all’interno delle scuole. Nel corso dell’anno scolastico in avvio, svilupperà report relativi ai singoli istituti ed esperienze di coprogettazione a partire dai bisogni e dalle idee emerse.


Co-Mantova è il network dell’economia collaborativa mantovana. Frutto ed espressione di una collaborazione non solo istituzionale, ma di tutte le componenti che si muovono e agiscono concordemente sul territorio in una logica collaborativa, è perno dell’investimento e della governance su questi temi in funzione della diffusione di spazi coworking, della valorizzazione di laboratori di coideazione e coprogettazione per il bene comune e del sostegno di campagne crowdfunding volte al finanziamento di progettazioni locali, spesso generate da giovani, in ambito sociale, culturale e digitale.


Frammenti di fotografia nasce a Mantova nel 2015 da un’idea di Ruggero Ughetti e Marco Brioni con l’intento di raccontare la fotografia, la sua storia, i suoi protagonisti e il suo linguaggio con approccio interdisciplinare che favorisce la contaminazione dei linguaggi e l’ibridazione dei metodi di indagine. È un progetto che sollecita un vivace dibattito sulla fotografia con l’obiettivo di approfondire alcuni dei momenti più salienti della sua evoluzione storica e riflettere sulla rilevanza del suo linguaggio nella società attuale. Ha portato a Mantova nomi come Ferdinando Scianna, Roberto Koch, Uliano Lucas e Francesco Cito.


Macelleria Lucchini di San Benedetto Po (MN) da più di cinquant’anni offre prodotti genuini e tradizionali. Era il 4 agosto 1964 – iniziava la sua attività la macelleria Lucchini. Il gestore, Sergio, aveva adattato una stanzetta di pochi metri quadrati in via Mazzini a San Benedetto Po (MN) dove coadiuvato dalla moglie Vittoria Spaggiari aveva cominciato a vendere, confidando nella sua esperienza e nella genuinità dei prodotti.


Cantina Reale Boselli di Volta Mantovana (MN) ha radici profondissime risalenti al 1442. Oggi nella storia più recente, il personaggio è Gianni Boselli con la moglie Graziella, continuatori con nuove energie dell’attività di papà Luciano e mamma Rosa. Dal 1997 la conduzione è affidata alle mani di Gianni e del figlio Massimo che ha scelto di dedicarsi con passione a tempo pieno nell’azienda di famiglia. La Cantina Reale conduce 18 ettari di vigneto sulle colline Moreniche Mantovane, nel comune di Volta Mantovana, ad una altitudine di 100 metri, a pochi chilometri dal lago di Garda all’interno del Parco del Mincio.


Cantina Sociale di Quistello costituita nel 1928 da un gruppo di viticoltori che fino ad allora vendeva le uve tali e quali per raggiungere l’obiettivo comune della trasformazione in vino. Dispone di un conferimento medio annuo di 50.000 quintali di uva, prodotta da 160 soci. La zona di produzione si espande lungo le rive del fiume Secchia, in quella fascia di provincia di Mantova che vana antichissime tradizioni viticole e gastronomiche. Tutti i soci seguono sistemi di lotta guidata integrata a basso impatto ambientale nell’intento di garantire la genuinità del prodotto.


Retelunetta è una rete di associazioni, organizzazioni ed istituzioni che da 2014 collabora sul quartiere per costruire dinamiche di mutuo sostegno, abbattimento dei pregiudizi e conoscenza tra gli abitanti. Organizza laboratori linguistici, feste di quartiere, laboratori espressivi e spazi di dialogo tra e con la cittadinanza.